Vai al contenuto

Irene Roman: la mia storia

Un giorno un formatore mi disse una frase che mi fece capire una cosa grande:

"la linea del tempo va nell'essere umano in due direzioni: da una parte siamo noi ad andare verso il futuro, dall'altra è il futuro ad andare verso il passato..."

Io credo che ognuno di noi sia qui per fare qualcosa di importante, non necessariamente di grandioso, ma di opportuno, quella cosa che fa la differenza tra il farla e il non farla.

Quando ero piccola, in terza elementare, venirono a scuola due studenti universitari, solo ora comprendo che si occupavano di DSA.

Ero stata la prescelta per un percorso di giochi!

Altro non era che una riabilitazione sensoriale, una specie di psicomotricità per aiutare quello che mi era attribuito come un problema di apprendimento.

Facevo labirinti, giocavo a fare il giocoliere, erano incontri divertenti. La cosa particolare è che non ero l'unica a fare questo percorso, ma dopo qualche anno parlando con la mia compagna mi resi conto che lei neanche ricordava quei momenti, che invece per me erano indelebili e alla quale attribuivo una grande importanza...

Ho sempre amato studiare, eppure sembrava che tra salute e problemi familiari non potessi mai apprendere quanto volevo, ostacoli erano sempre pronti a mettersi tra i miei passi. Più gli ostacoli mi rallentavano e più la mia intraprendenza prendeva piede, non potevo farmi fermare, non volevo che andasse così.

Quando non c'erano i soldi per studiare lavoravo per pagarmeli, quando stavo male creavo stratagemmi per studiare più rapidamente e recuperare, quando c'erano altri intoppi mi tiravo su le maniche e mi preparavo in qualsiasi circostanza.

Ho studiato per fare l'insegnante, ma i limiti che impone la scuola pubblica sulla propria iniziativa didattica sono troppi e così ho scelto un'altra strada, in fondo quello che voglio è aiutare i bambini a superare i limiti che l'esterno impone per esprimere veramente a pieno le proprie potenzialità.

Mi sono accorta che i genitori hanno un ruolo fondamentale! Subito accanto educatori/professionisti e insegnanti.

In questo senso ho capito come mia madre ha fatto molto più di quello che ricordavo...

Senza il suo modo di porre attenzione a farmi sviluppare manualità, creatività, studiare la matematica in movimento, senza il suo supporto non sarebbero valse a niente scuola e professionisti. Ho molta gratitudine verso mia madre.

Ora mi guardo indietro e solo adesso comprendo quella frase del formatore che mi ha illuminata su qualcosa che conoscevo già dentro di me.

Forse è più famosa la citazione di Steve Jobs:

"Ve lo ripeto, non potete unire i puntini guardando al futuro, potete connetterli in un disegno solo se guardate al passato. Dovete quindi avere fiducia nel fatto che i puntini si connetteranno, in qualche modo, nel vostro futuro. Dovete avere fede in qualcosa – il vostro intuito, il destino, la vita, il karma, quello che sia. Questo approccio non mi ha mai deluso e ha fatto tutta la differenza nella mia vita."

Un giorno i nostri figli uniranno i puntini, di cui anche noi saremmo parte e allora avrà senso tutto quello che abbiamo fatto. 

Biografia:

Irene Roman, nasce a Pinerolo (TO), il 11/10/86.

Segue Scienze della Formazione e studia diverse materie olistiche e antropologiche.

Nel suo percorso pedagogico studia anche in modo autonomo e approfondito la pedagogia Montessori e in particolare la pedagogia Steineriana.

Dal 2010 approfondisce gli aspetti artistici legati all’insegnamento.

Dal 2011 al 2014 segue l'Accademia di Grafologia Matteotti e si certifica grafologa, nel 2014 diventa Tutor DSA, si certifica al metodo ABA e segue corsi di formazione di Psicomotricità infantile.

Nel 2015 segue due seminari di formazione in Francia diretti da Audrey McAllen “Affrontare le problematiche di apprendimento nella Scuola Waldorf” e “I 12 sensi umani: sensorialità e sviluppo motorio nel bambino”

Nel 2015-2016 insegna privatamente in una piccola classe con bambini tutti DSA, tra cui un bambino autistico, con ottimi risultati.

Autrice, mamma, educatrice e insegnante, Irene è anche fondatrice di www.liberaeducazione.it un portale ricco di spunti per l'apprendimento nei DSA.

Propone corsi, percorsi personalizzati, libri ed ebook per aiutare insegnanti, genitori e professionisti a supportare lo sviluppo del bambino/ragazzo e le problematiche di apprendimento.

Share