Vai al contenuto

DSA e Spazialità: Una causa dei DSA conosciuta da pochi….

Vi sono molte teorie sulla causa dei DSA, Disturbi Specifici di Apprendimento, ma anche sul disturbo di attenzione e sui disturbi di apprendimento non specifici (NAS).

Ognuna delle teorie causa dei DSA che sono più conosciute ha un fallo fondamentale: si basa su ipotesi che lo studio scientifico deve ancora confermare. Esatto, non c'è una teoria scientificamente vera.

Per questo sono restia alle teorie, perché hanno un difetto: devono essere confermate.

Preferisco quindi basarmi su dati attendibili, sulla fisiologia, l'antropologia umana e il processo di sviluppo dell'individuo.

Sulla base di questi studi ed esperienze, poco teoriche e molto concrete, condivido oggi con voi un dato interessante.

Disturbi Specifici di Apprendimento sono correlati a come viviamo e sviluppiamo la spazialità dentro di noi.

Ora ti dico per bene cosa vuol dire questa affermazione. 

Partiamo da un punto conosciuto: il vedere.

Come sperimentiamo la spazialità con l'elemento visivo?

Se dirigiamo entrambi gli occhi verso un oggetto, gli assi della
vista si incrociano e noi sperimentiamo lo spazio.
La visione dello spazio passa attraverso la facoltà  del cervello di analizzare le differenze nella proiezione dell'immagine di
entrambi gli occhi a seconda delle dimensioni.


Quindi possiamo bensì dire che sperimentiamo la spazialità
attraverso l'interazione di destra e sinistra.

 

Sperimentiamo lo spazio percepito con la vista, attraverso l'interazione di Destra e Sinistra

Nella linea mediana, nel centro tra la nostra destra e la nostra sinistra, chiamata anche piano mediano sagittale, noi portiamo a coscienza lo spazio attraverso la specularità  di destra e sinistra.

Non è questo l'unico modo nella quale sperimentiamo la spazialità, ma è quello che ora ti interessa sapere per comprendere l'importanza delle predominanze e come funziona questa interazione, e che collegamento c'è con la causa dei DSA, l'ADHD e il disturbo NAS.

Apprendimento e dimensione Destra/ Sinistra

La dimensione destra sinistra, sperimentata nel piano mediano, è in relazione con la facoltà  di formare rappresentazioni nello spazio. Questo processo e alla base delle capacità di lettura e scrittura.

Da qui possiamo capire quanto questo piano sia importante, e quanto fondamentale la sua corretta integrazione.

Infatti, quando parliamo di DSA ( o causa di DSA), disturbi specifici di apprendimento, stiamo in realtà  parlando di disturbi legati a processi di sviluppo non compiuti.

Nella scrittura e nella lettura, e così anche in altri processi di apprendimento, la capacità  di formare rappresentazioni nello spazio è fondamentale per la buona riuscita dell'attività.

Tornando al discorso delle predominanze possiamo dunque chiederci: perché è importante che la predominanza sia al lato destro?  E' fondamentale per la nostra natura. Guarda...

causa dei DSA
Causa dei DSA

I due emisferi celebrali sono molto diversi funzionalmente.

Il lato sinistro possiede il centro del linguaggio, il destro no.

L'emisfero cerebrale sinistro è unito al lato destro del corpo: occhio destro, orecchio destro, mano destra, piede destro. Infatti l'emisfero sinistro è predominante.

L'emisfero destro ha invece funzioni sintetiche e globali.

L' emisfero destro riconosce il bosco come tutto insieme, il sinistro conta e vede gli alberi differenziati tra loro. L'emisfero destro sente una melodia e la riconosce come tale, il sinistro sente tutte le note e le differenzia.

Nell'apprendimento notiamo che quando le predominanze sono confermate e il lato mediano è integrato nel sistema spaziale, i disturbi migliorano drasticamente, in molti casi si risolvono completamente.

Per farti un esempio concreto, possiamo notare quando ad un bambino dislessico chiediamo di ripetere una parola che noi diciamo. Possiamo chiedergli di ripetere la parola "Paese". Dopodiché, sempre a voce, proviamo a chiedere al bambino dislessico di compitare, ossia di dirci di seguito una dopo l'altra le lettere che compongono la parola "Paese" che lui ha ben sentito nel suo insieme e ripetuto. Quello che può succedere e che il bambino invece di dirci p-a-e-s-e, potrebbe dirci: p-e- z- e oppure p-e-s-e .

Perché accade questo?

In questo caso possiamo notare che l'emisfero destro ha riconosciuto la parola nel suo insieme "Paese", ma nel momento in cui c'è stato il collegamento con lato sinistro dell'emisfero, questo non è riuscito a differenziare in modo continuativo le lettere. Ovviamente questa prova possiamo farla solamente in modo orale, poiché se facciamo vedere la parola scritta al bambino questo riconoscerà  una dopo l'altra le lettere e riuscirà a dirle. Sarà comunque molto difficile che riesca a leggere la parola in modo veloce, tenendo differenziate le lettere. Allo stesso tempo potrebbe avere molte difficoltà  nello scriverla, senza copiare.

Quindi come puoi notare questa difficoltà  molto nota nella dislessia, altro non è che un "cattivo dialogo" tra l'emisfero sinistro e destro nel loro punto d'incontro, dove si rappresenta l'immagine delle lettere. E' questa un osservazione fisiologica.

Questo fa molto pensare, in quanto quel "dis" che alcuni elogiano come se fosse un gene di genialità  e altri maledicono come un ostacolo che ti porti dietro per tutta la vita, è in realtà  un insieme di processi che non completati e non sviluppati nel modo naturale, si manifestano attraverso problematiche di apprendimento, di comportamento e di espressione di sé.

I processi non completati di sviluppo sono una causa dei DSA?

Quello che posso dirti con certezza è che sicuramente di cause c'è ne più di una, per questo non posso darti una nuova teoria, e una nuova causa di DSA, c'è ne sono già abbastanza 🙂

Ma sono molto sicura, poiché è un dato della natura umana affermare che:

Quando lo Schema di Predominanza e l'Integrazione dei 3 piani di movimento sono completi nello sviluppo, qualsiasi DSA rientra e si pongono le basi per un sano apprendimento.

Cosa sono gli schemi di Predominanza e l'Integrazione dei 3 piani di movimento?

Gli schemi di Predominanza e l'Integrazione dei 3 piani di movimento sono le 2 Macro Area di come la Spazialità, o senso dello spazio, si manifesta nell'essere umano.

Una corretta spazialità interiore (che poi si vede anche nell'esterno) è un processo basilare e importantissimo per la buona riuscita delle facoltà di apprendimento, oltre che per una buona autostima. Hai potuto notare dall'esempio di prima come questi processi siano estremamente collegati alla capacità di apprendimento.

Purtroppo, ancora oggi, nonostante che questi processi fisiologici, siano conosciuti, vengono ignorati nelle difficoltà di apprendimento.

Eppure, quando lo Schema di Predominanza e l'Integrazione dei 3 piani di movimento sono completi nello sviluppo, qualsiasi DSA rientra e si pongono le basi per un sano apprendimento.

Un paradosso, insomma.

Siccome queste informazioni sono difficili da reperire, e vi sono diversi aspetti da considerare, ho creato un approfondimento che puoi leggere attentamente qui:

https://predominanza-stabile.gr8.com 

Se pensi che l'articolo sia utile, condividilo sui social, e non mancare di lasciarmi il tuo commento.

Irene Roman

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *