Vai al contenuto

L'italiano può essere molto semplice da imparare quando la didattica si rende a misura di bambino /o ragazzo!

Molte volte disturbi di apprendimento potrebbero non manifestarsi, laddove il maestro si ponga la domanda:

"come posso insegnare efficacemente l'italiano, con una didattica a misura di tutti i miei allievi?"

Come dico sempre, ponendoci domande giuste, arrivano risposte creative!

Ed ecco, questo articolo è nato per rispondere a questa domanda. Avendo girato anche una diretta Facebook sul tema, troverete il video allegato a questo articolo.

Puoi leggere o visionare il video, non ci sono più scuse,quindi, iniziamo:-)

Per insegnare in modo efficace l'italiano, anche quando ci sono DSA, possiamo concentrarci su 3 rami principali:

mappa italiano DSA

 

Primo ramo: ORTOGRAFIA E GRAMMATICA

...continua a leggere "Italiano DSA: didattica per l’italiano"

Share

Didattica per DSA e Movimento?

Si, esatto, le due cose vanno a braccetto, e ora ti spiego perché.

Il Movimento è un elemento fondamentale nei processi di apprendimento più importanti dell'Essere Umano.

I processi di apprendimento più evidenti sono la scrittura, la lettura e il conto.

Questi 3 processi avvengono grazie al movimento.

Come?

...continua a leggere "Didattica per DSA e Movimento: un Segreto di cui non sei a conoscenza…."

Share

2

Insegnare i verbi ai DSA, ma non solo, è spesso uno degli ostacoli maggiori alla grammatica della lingua italiana e straniera.

Per questo ho deciso di condividere una strategia semplice e divertente per imparare i verbi sia nella grammatica italiana che straniera.

...continua a leggere "Insegnare i Verbi ai DSA e non solo"

Share

Vi sono molte teorie sulla causa dei DSA, Disturbi Specifici di Apprendimento, ma anche sul disturbo di attenzione e sui disturbi di apprendimento non specifici (NAS).

Ognuna delle teorie causa dei DSA che sono più conosciute ha un fallo fondamentale: si basa su ipotesi che lo studio scientifico deve ancora confermare. Esatto, non c'è una teoria scientificamente vera.

Per questo sono restia alle teorie, perché hanno un difetto: devono essere confermate.

Preferisco quindi basarmi su dati attendibili, sulla fisiologia, l'antropologia umana e il processo di sviluppo dell'individuo.

Sulla base di questi studi ed esperienze, poco teoriche e molto concrete, condivido oggi con voi un dato interessante.

...continua a leggere "DSA e Spazialità: Una causa dei DSA conosciuta da pochi…."

Share

Ho ricevuto numerose mail e richieste su come aiutare i bambini e ragazzi a attenuare la tensione nell'impugnatura della matita: la classica zappatura sul foglio!

Ho deciso così di scrivere un articolo pratico su come allentare questa morsa sulla matita, con 5 trucchi, semplici da usare con bambini e ragazzi (fanno bene anche agli adulti 😊)

...continua a leggere "Disgrafia: 5 Trucchi per allentare la tensione nell’impugnatura della matita"

Share

“La scrittura, che è uno strumento culturale, è evoluta avvantaggiandosi della preferenza dei neuroni infero temporali per certe forme.” Oliver Sacks

Ti sei mai chiesto seriamente a cosa serve la scrittura ad un bambino(oltre la parte funzionale)?

Un bambino che ha disturbo di disgrafia ha difficoltà nel ricordare le lettere e scriverle nel modo giusto, nello scrivere i numeri e nel disporli in colonna (con problemi di calcolo annessi).

In particolare ci sono difficoltà enormi con il corsivo.

Cosa viene allora fatto per aiutare il bambino?

  1. viene esonerato dal corsivo (anche senza certificazione e anche se non c’è un vero e proprio disturbo dell’apprendimento)
  2. nei casi più “gravi” viene sostituita la scrittura a mano con l’uso di tablet o tastiera.

Ma negare il corsivo, ormai moda così diffusa, è veramente una buona idea? ...continua a leggere "Rivelati i Retroscena della DISGRAFIA: come dalla scrittura dipende lo sviluppo del bambino."

Share

da una mail a risposta da Grafia Facile:

"Irene, ma che magia è mai questa! Non credo ai miei occhi, Stefano mi sembra un altro bambino"

Così iniziava la mail che mi ha inviato Nicoletta sabato alle 7.06 del mattino.

Nicoletta è la mamma di Stefano 10 anni, disgrafico e dislessico. Ecco cosa mi dice, qualcosa di sbalorditivo: ...continua a leggere "Caso Studio: Stefano migliora drasticamente la grafia in 15 giorni!"

Share

Bene, se ti hanno detto che ci vogliono anni per aiutare una disgrafia, leggendo questo post comprenderai che non è così.

Una disgrafia quando seguita correttamente il tempo di portare il bambino ad una corretta grafia varia da 1 mese a 9 mesi. Ho potuto creare questo dato dopo aver seguito oltre 168 bambini con età, disturbi e situazioni differenti.

Sai cosa ha fatto la differenza in un recupero così rapido?

Il supporto dei Genitori! Leggi ancora e ti svelerò come. ...continua a leggere "Disgrafia, una riabilitazione a casa con i Genitori è possibile"

Share

DSA in famiglia: ti racconto come l'ho superato

E' incredibile come la vita ti porti a fare ciò che devi fare, creando per te le avventure e le esperienze più giuste. Non puoi saperlo quando sei nel cammino, solo un giorno arrivi a guardarti indietro. Allora puoi cogliere quel filo conduttore invisibile ma sempre presente che ti ha guidato fino dove sei ora, fino al chi sei diventato.

E' come se un IO futuro sapesse già e ti venisse incontro nel passato per guidarti a diventare la persona che sei. E' quando unisci quei puntini che sembravano tanto diversi, ti rendi conto di quanto tutto è chiaro, del perché ora sei qui.

E' quello che è successo a me. Voglio condividerlo con te...

...continua a leggere "Come mia madre mi ha aiutato a superare una disgrafia e dislessia."

Share

6

Bambini DSA e Autostima

In questo articolo vedremo come migliorare l'autostima del bambino DSA, ma utile anche con tutti i bambini, con il trucco sconosciuto del Sano Paragone. Tra pochissimo ti svelo questo trucco!

Autostima e apprendimento sono connesse, poiché le zone del cervello coinvolte in alcune funzioni di apprendimento e nella valutazione sono le stesse coinvolte nell'autostima.

Anche senza la conferma scientifica notiamo che i bambini che hanno difficoltà di apprendimento soffrono di un’autostima più ballerina spesso rivolta verso una svalutazione di se e delle proprie capacità.

Due dei sintomi più diffusi sono ansia e paura. Per un bambino ansie e paure non sono gestibili. Punto. Non bisognerebbe mai mettere un bambino nelle condizioni di provare queste sensazioni poiché sono più grandi di lui e se ne sentirà schiacciato.

Se tuo figlio è sottopressione, ha una bassa autostima e si svaluta continuamente, è importante che tu faccia qualcosa fin da subito per aiutarlo, e tu sei la persona migliore per farlo.  

Bambini DSA e autostima: influenza sull'apprendimento

La bassa autostima influisce sul suo apprendimento, sulla sua voglia di fare e sulla capacità di fare i compiti da solo.

Ecco subito una strategia poco conosciuta ma estremamente efficace che aiuta il bambino a rinforzare l’autostima e creare curiosità e passione per l’apprendimento: ...continua a leggere "Bambini DSA e Autostima: ecco un trucco poco conosciuto per aumentare l’autostima nei bambini con Disgrafia e non solo."

Share